06 maggio 2005

Simone Cristicchi

Esce oggi il singolo di Simone Cristicchi "Vorrei cantare come Biagio Antoniacci". Bellissima canzone, godibilissima e come al solito ti fa anche pensare. Per chi volesse acquistare il singolo in rete può farlo su RossoAlice. Per chi come me segue, grazie a Massimo SdC, Simone Cristicchi da tempo non è una sorpresa ma è indubbio che vedere colui che conoscevamo, fino a poco tempo fa, come Rufus iniziare a guadagnare finalmente una certa visibiltà non può che fare un immenso piacere. Sentite cosa dicono di lui su Cd.rai.it:
Simone Cristicchi - Sarà il tormentone dell'estate?!
Il singolo, "Vorrei cantare come Biagio", impazza nelle radio italiane dal 22 aprile e da venerdì 6 maggio sarà disponibile in tutti i negozi nella versione commerciale . Chi lo canta è un giovane cantautore romano dotato di una brillante vena compositiva. Egli è Simone Cristicchi che si autodefinisce "un cespuglio pensatore" e canta: "Godo della stima dei miei simili e per quanto sia nostalgico non sono stato mai da Paolo Limiti; i limiti che ho li riconosco, sono cappuccetto rosso perso in questi sottoboschi artistici. Credici, mi dicono, credici e arriverai al Palalottomatica o al Festivalbar, fidati, mi dicono, fidati, ce la fai. Ma
io mi sento un panchinaro condannato allo stand-by. Mi stimano tantissimo i colleghi cantautori, i direttori generali e pure i produttori. Mi vuole bene questo pubblico di nicchia, ma io mi sento piccolo come una lenticchia.
"

Simone Cristicchi è una nuova, sorprendente, promessa nel panorama musicale italiano: un personaggio eclettico, imprevedibile, capace di passare da un genere e un'atmosfera all'altra, con fantasia e grande comunicativa. Nelle sue canzoni spiccano testi ironici e inquisitori, capaci di evocare immagini e di far riflettere. Nel presentare se stesso in una nota autobiografica, si racconta così: "Mi chiamo Simone Cristicchi e sono un cespuglio pensatore. La mia vita è cambiata da quando ho messo gli occhiali. Ho parlato con i matti dei centri d'igiene mentale e ho capito che 2+2 farà sempre 5.a limite 6. Mi sono tolto un peso: ho smesso di andare in palestra, sollevavo solo i miei dubbi. La mia religione si chiama "Suprema Perplessità Universale". Sono stato eremita e cosmopolita, disegnatore di fumetti e tombarolo. Ho vissuto sopra gli autobus notturni e su un'isola selvaggia. Ho capito che, se la montagna viene da te e tu non sei Maometto, devi scappare.perché è una frana! Il mio genere musicale lo definirei una "Macedonia Pop". Sono un "Cappuccetto Rosso" perso nei sottoboschi artistici. Da 6 anni a questa parte ho scritto tante canzoni. Questa è la prima che vi faccio ascoltare. Si chiama: "Vorrei cantare come Biagio."

Biagio Antonacci - il Biagio in questione è infatti Antonacci - lo ha voluto ospite al suo concerto che ha tenuto il 12 aprile al Palalottomatica di Roma dove Simone ha presentato in anteprima il singolo.

"Vorrei cantare come Biagio" è un efficacissimo brano che miscela un originale arrangiamento di fiati in stile old jazz band con una base fortemente radiofonica. Con questa canzone Simone Cristicchi sarà ospite il 4 maggio del programma "Markette" di Piero Chiambretti in onda su La7 alle ore 23.30 .

"Vorrei cantare come Biagio", sarà disponibile nei negozi a partire dal 6 maggio; la versione commerciale conterrà il singolo in tre versioni (live, strumentale e radio edit) oltre all'inedito 'L'autistico' che offrirà una nuova chiave di lettura del valore artistico e cantautorale di Cristicchi.

Il video tratto dal singolo, girato in 35 mm a Verona per la regia di Gaetano Morbioli, ripercorre le disavventure di un artista esordiente alle prese con dei produttori/manager truffaldini che promettono mari e monti, ottengono una firma su un contratto e alla fine tentano di rubargli l'auto ! Il video sarà in rotazione su tutte le televisione tematiche a partire dal 9 maggio.

Cristicchi ha al suo attivo importanti riconoscimenti tra cui il Premio Siae per la migliore canzone d'autore (1998), Cilindro d'Argento (premio per cantautori emergenti nell'ambito del Festival dedicato a Rino Gaetano "Una casa per Rino") nel 2003. Quest'anno è tra i finalisti del Premio Musicultura .
Simone in bocca al lupo e resta sempre un cespuglio pensatore!

10 commenti:

MassimoSdC ha detto...

Simone di sicuro ringrazia soprattutto persone come te, quelle che sono i suoi sostenitori della prima ora, intendo. Vedrai invece adesso che tipo di fila si formerà dietro di lui. E non saranno certo tutti sinceri. Anzi. ;o)

Un caro saluto.
MassimoSdC

Anonimo ha detto...

Evviva!
Bravo bravo questo ragasso.
:)
Liza

Anonimo ha detto...

Tra l'altro le sto sentendo tutte quelle a mia disposizione e devo dire che mi ricordano anche tanto la radio
:)))
Liza

Pietro B. ha detto...

Io l'ho visto cantare per la prima volta a "Markette" l'altro ieri...semplicemente strepitoso!

"Sono bravo a scrivere canzoni ma tu di più!, ma tu di più, sono bravo a regalare emozoni ma tu di più, ma tu di più"

laura756 ha detto...

Ma proprio bravo!!!

elisabetta mori ha detto...

Perdonate la mia domanda: ma si tratta di un ex blogger?
Sono molto contenta per lui, perché se è importante partecipare, è altrettanto importante vincere!

Pietro B. ha detto...

No, non è mai stato un blogger però Massimo SdC ce lo ha fatto conoscere ed apprezzare!

Anonimo ha detto...

ma pensa te! (spin)

Anonimo ha detto...

Ma dove andremo a finire ?
che messaggio diamo ai giovani ?

Vai a piantare patate forse ti riesce meglio ...

Anonimo ha detto...

Ah ! che bella cagata ho avuto l'onore di sentire la cosidetta canzone ....
Deplorevole