21 aprile 2005

Radio tele visioni

Non amo guardare le televisione. Lo faccio se vengo a sapere che c'è un programma che mi piace o un avvenimento particolare.

Non c'è spocchia in questo attteggiamento, non c'è un voler essere alla moda come è in voga in certi circoli intellettuali (e non) di sinistra.

Dipende proprio dal fatto che ho altro da fare, altri interessi che mi prendono e dove riesco ad essere più intellettualmente attivo.

Come ad esempio scrivere in questo blog, o commentare in quelli dei miei blog-amici. O lavorare per la mia webradio.

Ne approfitto per portare a vostra conoscenza che il 17 Maggio, si interromperanno le trasmissioni in streaming audio di MieTerreRadio. La spesa necessaria per il server che irradia il segnale nel web non è più giustificata dall'ascolto praticamente nullo e dall'interesse assente da parte di chichessia. Si continuerà con i canali Radio.Blog e forse, di tanto in tanto, qualche diretta per pochi intimi, sfruttando l'adsl di casa.

Non ho nessuna recriminazione da fare, si vede che doveva andare così. Solo un sentito grazie a chi per un certo periodo mi ha aiutato in questa piccola impresa.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Pietro, lo sai che faccio veramente fatica a seguire i tuoi rocamboleschi cambiamenti?
Auguri per il nuovo assetto ( ma quale ? non l'ho mica ancora capito...)

Pietro B. ha detto...

Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un pò e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò...

Mi vien difficile rispondere ad un anonimo Anonimo? Chi sei? O per dirla alla siclula, cu si?

Anonimo ha detto...

Io i rocamboleschi cambiamenti li ho letti tutti di un colpo stasera-
Mi spiace per BloggerSolitario, che avevo incrociato anch'io tempo e tempo addietro.
La morte mi lascia sempre attonita e muta quasi deficiente a dirla tutta, non so mai cosa dire.
Sofferenza e morte i miei grossi problemi ...
Passo oltre.
Radio abbandono?
io credo sia un passo naturale,
un hobby diventato troppo gravoso da gestire.
Blog stufo?
Sono d'accordo.
pure io.
Blog stufa
(scusa faccio di ogni idea un fascio sottile altrimenti faccio un romanzo)
Assolutamente d'accordo però sui piccoli laghetti di persone in contatto, perchè no?
recuperare i pochi secondo me è impresa di certo molto più impegnativa che giocare sui numeri.
Un abbraccio Piè che è meglio coccolarsi una sola splendida bambina che pensare di averne 15 e non dedicare a loro nemmeno un pieno minuto di tempo mancante.
:)

LIZAVETA

Pietro B. ha detto...

Uhe! Liza, grazie per le tue parole.

E' vero quanto successo a Franco mi ha tremendamente colpito, e penso si noti.

Per i cambiamenti sono o non sono "l'agitato pietro"?

Per la radio non credere finisca qui...e no! Diciamo che ho difficoltà a sostenere certe spese ma l'idea resta e qualcosa farò.

Ciao Liza! ;)